CLUSONE – Addio all’Arma del Luogotenente Maida

1884

Addio alle armi, addio all’Arma. Il “Luogotenente Carica Speciale” (il grado è proprio questo) Giuseppe Maida lo troviamo nel suo ufficio di comandante la Stazione dei Carabinieri di Clusone. E’ il penultimo giorno di servizio, domani (sabato 30 giugno) sarà il giorno dei saluti, degli abbracci, di qualche lacrima e delle consegne. Resta in valle, ha preso casa a Rovetta. E’ il momento dei bilanci di una vita.

E’ nato in una frazione di Isola di Capo Rizzuto, in provincia di Crotone, la frazione si chiama “Le Castella”. “Si chiama così perché  si narra che un tempo c’erano addirittura sette castelli, adesso ne è rimasto solo uno”. Sembra un dettaglio quello della “frazione”, ma ha una sua valenza, “era un paese tra i 1500 e i 2000 abitanti ma staccato dal capoluogo. Mio padre era un agricoltore, avevamo abbastanza terreni che coltivava a vigneti e frumento. Ero il quarto di sei fratelli”. Già così si spiega una scelta che, nell’immaginario di noi “nordisti”, in Calabria, non deve essere semplice, proprio per i condizionamenti “ambientali”. “Forse per il fatto che era una frazione staccata dal capoluogo lì non c’era la ‘ndrangheta”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 LUGLIO

pubblicità