BERGAMO: LA POLEMICA 21 nuove telecamere sulle periferie a rischio della città: Ma dove sono gli “eroi” della sicurezza? Un’interessante seduta del Consiglio Comunale a Palazzo Frizzoni. Nessun argomento davvero di grande spessore, ma alcuni spunti di rif

75

 

Si parla di sicurezza, si parla di telecamere: PalaFrizzoni ha deciso di installare 21 telecamere per la videosorveglianza nei quartieri periferici cittadini. Dieci anni fa ci sarebbe stata battaglia, dieci anni fa ci sarebbe stata una manifestazione contro le telecamere (anzi, c’è stata e finì in una serie di danni a scapito del centro cittadino da parte di un manipolo di esagitati), dieci anni fa ci sarebbero state prese di posizione dure e pure contro gli occhi elettronici. Gli ultimi dieci anni hanno portato al dibattito un certo qual appiattimento: le telecamere ormai vanno bene a tutti, trasversalmente. 21 nuovi occhi elettronici in città, quasi tutti nei quartieri di Malpensata, Boccaleone, Clementina e così via.

Due considerazioni: l’amministrazione Gori immette in un colpo solo in città più telecamere ne abbia mai messe in cinque anni l’amministrazione Tentorio, fatta di eroi della sicurezza e della sorveglianza come Bandera e Invernizzi. E infatti il nostro Bandera, che aveva iniziato lancia in resta sulla sicurezza contro quest’amministrazione, sembra essersi un po’ spento sul tema, un po’ a corto di punti deboli sulla questione. Tranquillo Bandera, rimane sempre Leyla Ciagà (Graziella Leyla Ciagà: assessore all’ambiente, politiche energetiche, verde pubblico – n.d.r.) come bersaglio dei tuoi strali: potrai sempre attaccare sostenendo che nei parchi l’erba non cresca quanto dovrebbe in inverno. (…)

SU ARABERARA IN EDICOLA PAG. 8

pubblicità