Basket, diario semiserio di Italia Serbia: “Da stasera Marco Spissu in Serbo è una bestemmia”

156

Uno spasso. Di quelli che ti fanno rientrare dentro il parquet di gioco e ti sembra di essere incollato alla palla che rotola e cerca di infilarsi nel canestro. L’impresa dell’Italia del basket di ieri contro la Serbia riassunta in pillole di meraviglia in questa sorta di diario di Raffaele Ferraro:

pubblicità

Il riassunto di Italia-Serbia

– Allora, se segniamo per primi facciamo entrare la safety car ed è fatta.

– Fallo tecnico a Pozzecco. Ottavi di finale degli Europei 2022 omologati.

– Se Melli fosse al muretto della Ferrari al posto di Binotto, Leclerc vincerebbe il mondiale con 300 punti su Verstappen correndo con la Panda tre porte a GPL.

– Gli autori di Peppa Pig hanno sostituito le due mamme con due Pajola così nessuno rompe più i coglioni.

– Sulla tripla di Datome ho svegliato il quartiere di San Siro. E abito a Verona.

– Pozzecco che dice “stiamo tranquilli” durante il time out è come quando mia madre mi diceva “vieni qui che non ti faccio niente”.

– Biligha ha spento la luce. L’Enel ha citato l’Italbasket per danni.

– Dopo la morte della Regina Elisabetta il monarca più importante in attività è Re Nicolò.

– Gli arbitri hanno fischiato tecnico anche a Paolo Banchero.

– Fare la camicia di Pozzecco è entrato nella classifica dei 10 lavori più usuranti al mondo.

– L’Italia è una repubblica fondata su SimoneFontecchio.

– “Fuori tutti dal cazzo” è lo schema disegnato da Pozzecco, e al tempo stesso quello che diceva mio padre quando ero coi miei amichetti in salotto e stava per iniziare la partita della sua squadra del cuore.

– Intervallo Italia-Serbia 45-51. Senza mezzi termini abbiamo giocato 20 minuti della Madonna.

– Il discorso negli spogliatoi di Melli alla squadra: “Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie, dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via, dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo, dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai”.

– Per limitare Jokic servirebbe un panino con la nutella.

– Pozzecco espulso: stagione cestistica 2022/2023 omologata.

– Steph Curry ha appena ordinato la maglia di Spissu sul sito della FIP.

– Tonut ha 200 cavalli. Jokic gli ha chiesto a quanto li vende.

– Fine terzo quarto Italia-Serbia 66-68. Un sorriso e una pacca sulla spalla a chi starà pensando “è un refuso”.

– Spissu ha preso l’espulsione di Poz come un’offesa alla madre.

– Il mio cuore fa scintille sulle triple di Achille.

– Dì qualcosa per farla impressionare: “Melli ha stoppato Jokic”.

– Non è una partita, è un’allucinazione collettiva.

– In questo momento le oche hanno la pelle dei tifosi di basket italiani.

– Se Pajola partecipasse ai 3000 siepi vincerebbe potandole anche.

– “Buonasera, parlo col reparto di cardiologia?”, “Sì, salve. Segue il basket, vero?”

– Stanno fischiando anche i contatti su whatsapp.

– Muro di SIMONEFONTECCHIO. Canestro e fallo. Il cielo è Azzurro sopra Berlino.

– Da stasera Marco Spissu in Serbo è una bestemmia.

– Degli arbitri non ce ne frega un cazzo, perché mandiamo un’altra volta a casa la Serbia e io divento pazzo.

– Finita. Italia-Serbia 94-86. Stiamo piangendo, non ci vergogniamo. Perché è normale versare lacrime quando si compiono queste imprese. Forse chi non segue il basket non sa cosa significhi aver battuto la Serbia oggi: ecco, non sapete cosa vi siete persi

 

 

pubblicità