ALTA VALLE SERIANA – Incontri di preghiera in attesa di don Giovanni Crippa che sarà parroco di 6 paesi. “Se diminuiscono i preti, bisogna cambiare il modo di ragionare”

356

In attesa dell’arrivo del nuovo parroco don Giovanni Crippa che farà il suo ingresso ufficiale il prossimo 23 settembre, le comunità di Boario, Gromo, Gromo S. Marino, Gandellino, Novazza e Valgoglio si preparano ad accoglierlo con un nutrito programma di occasioni di preghiera e di riflessione vòlto a comprendere e ad affrontare le nuove sfide pastorali che caratterizzano il nostro tempo.

Il programma ha preso il via lo scorso 4 settembre a Boario, dove alle ore 20, dopo la S. Messa, è stato affrontato il tema “Da dove nasce la Parrocchia? Per attraversare il trauma di un prete che non abita più su un territorio, la prima cosa da fare è imparare a non guardare la perdita, ma alle possibilità che continuano o che cominciano”.  Sempre alle ore 20, il 6 settembre a Gandellino, l’argomento è stato “A che cosa hanno dato vita le nostre Parrocchie? Una paura di chi appartiene ad un’istituzione è che, venendo meno un elemento, venga meno anche l’istituzione stessa”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DALL’8 SETTEMBRE

pubblicità