ALBINO – INCHIESTA Un viaggio nel Villaggio Honegger, tra degrado e abbandono. “Quando, di ritorno dalle ferie, trovai il cancello chiuso perché il lavoro era morto”

605

La prossima asta per l’acquisto dell’intero patrimonio dagli ultimi proprietari, la famiglia Zambaiti, subentrati alla dinastia degli imprenditori svizzeri Honegger – la prima gara, l’anno scorso, era andata deserta – è prevista per il prossimo mese di marzo, anche se, come dice Pietro Noris, che in Honegger ha lavorato per 37 anni, “non sarà facile collocare un complesso così imponente, che consta, oltre che dall’enorme fabbrica, del villaggio operaio, di numerose cascine e terreni agricoli in località Piazzo e di una centrale idroelettrica tuttora funzionante”.

Il villaggio Honegger versa in uno stato di degrado e abbandono. SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 27 GENNAIO

pubblicità