ALBANO SANT’ALESSANDRO – Cittadinanza onoraria ai figli degli immigrati: lo Ius Soli in salsa albanense

133

Quella approvata nella serata di martedì 18 aprile dal Consiglio comunale di Albano Sant’Alessandro è una proposta all’avanguardia e simbolica, che nasce da quel ‘connubio’ di idee rappresentato dalla lista di maggioranza ‘Riparti Albano’ che esprime un sindaco, Gianmario Zanga, iscritto a Fratelli d’Italia, e un vicesindaco, Fabrizio Mologni, che è invece del Partito Democratico.

I consiglieri comunali hanno approvato all’unanimità una delibera che prevede il conferimento della cittadinanza onoraria ai bambini, figli di immigrati, nati in Italia e residenti ad Albano. Questo è il testo della delibera approvata: “Si propone di riconoscere, come atto simbolico, la cittadinanza onoraria ai bambini nati e residenti ad Albano Sant’Alessandro, figli di immigrati stranieri e che frequentano l’ultimo anno della Scuola Secondaria di Primo Grado, quale auspicata premessa di un effettivo riconoscimento della cittadinanza italiana da parte della legislazione nazionale; di promuovere una cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a queste figlie e figli di immigrati stranieri presenti in Albano Sant’Alessandro; di continuare il sostegno ad iniziative volte ad incentivare una politica di accoglienza nei confronti di tale fascia di popolazione contribuendo alla realizzazione di una maggiore integrazione sociale che assicuri una proficua e serena convivenza in una comunità fatta di tante diversità”.

IN EDICOLA DAL 21 APRILE

pubblicità