VILMINORE – Il Cai scalvino si “rialza” e riparte

227

186 tesserati (ordinari 94, famigliari 29 e giovani 63) alla Sottosezione del Cai Val di Salve “ma generalmente le assemblee sono deserte”  dice il Presidente Domenico Belingheri. Quindi la sorpresa di una sala piena in Comunità Montana è stata beneaugurante in vista del rinnovo del Consiglio (9 persone compreso il Presidente) che si dovrebbe tenere a fine anno o all’inizio di gennaio. “Perché negli ultimi tempi eravamo in tre o quattro persone a svolgere l’attività e questa estate, con l’alpinismo giovanile, avevamo anche 50-60 ragazzi da gestire. Alcune attività non si sono potute svolgere”. All’assemblea era presente un rappresentante della sezione del Cai di Bergamo, Dario Nisoli.

Gli attuali componenti del Consiglio sono, oltre al Presidente Domenico Belingheri, Stefano Magri vicepresidente, Roberta Grassi tesoriere, Annalisa Bonicelli, Andrea Capitanio, Passio Tagliaferri, Davide Bonicelli, Matteo Magri e Patrizia Santi.

In programma altre due serate dedicate alla tragedia del Pukajirka (1981: sulla montagna andina morirono tre alpinisti scalvini, Italo Maj, Livio Piantoni e Nani Tagliaferri) dopo quella che si è svolta a Schilpario il 19 agosto. Il 27 dicembre è prevista una serata al cine-teatro di Vilminore, e il 29 a Colere.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 17 DICEMBRE

pubblicità