VILLA DI SERIO – La fine della “Fase 1”, l’elicottero e i villesi sull’orlo di una crisi di nervi

Villa di Serio ha pagato un prezzo salatissimo all’epidemia di Coronavirus, risultando uno dei Comuni bergamaschi più colpiti. Dal tristemente famoso 23 febbraio, inizio della crisi, i morti sono stati 45 fino a fine marzo, a cui si sono aggiunti i 6 di aprile. Oltre 50 villesi strappati ai loro affetti, alle loro case, al loro paese.

Il terribile mese di marzo è ormai passato da un pezzo ed è finito anche il più tranquillo mese di aprile. Dal 4 maggio è partita l’attesa (ma rischiosa) “Fase 2”, un sollievo per i tanti villesi che per lunghe settimane sono stati costretti a vivere da reclusi.

Questa quarantena forzata ha però lasciato strascichi di nervosismo, con molte persone sull’orlo di una crisi di nerviSUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 MAGGIO