VIGOLO – Luigi, gli amici, il paese, la Freschera, la Pro Loco, le associazioni e quel sorriso buono che andava oltre a tutto

Ci sono persone che non se ne vanno mai. E non se ne andranno mai. Nemmeno quando vanno in cielo. Come Luigi, che se ne è andato in un giorno di fine gennaio quando l’inverno fa a pugni con la primavera e chiede spazio per donare luce, per dare luce, per diventare luce. Luigi era l’anima e il cuore di Vigolo, quando c’era da rimboccarsi le maniche era in prima fila, sempre, dagli Alpini alla Protezione Civile. E i ricordi sui social sono pezzi di puzzle del cuore e dell’anima di Luigi:  “Le lacrime oggi per tutti noi della Freschera.. grazie Bombusc per esserci stato amico… Grazie per le tue battute per i tuoi ciao tesoro… Per il tuo immancabile hai due posticini per stasera….i tuoi occhioni blu e il tuo sorriso resteranno sempre con noi….ovunque tu sia lo so che proteggerai tt quelli che ti hanno voluto bene…. Noi di bene te ne abbiamo voluto tanto  ciao Bombusc fai un buon viaggio”. Anche la Pro Loco ha scritto un messaggio sulla sua pagina facebook. “Siamo soliti scrivere di feste e scampagnate ma non oggi….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 7 FEBBRAIO