VERTOVA – La chiusura definitiva della Casa delle Angeline. Tra le anziane trasferite già 5 defunte (su 30). La rabbia del paese

1497

Adesso è finita davvero. La Casa delle Angeline ha chiuso i battenti. Nella settimana del 20 novembre le ultime anziani ospite della struttura sono state trasferite e la casa ha chiuso definitivamente.

È l’epilogo di una storia che ha scosso il paese di Vertova a partire dal mese di settembre. Da quando un sopralluogo dei NAS nella struttura (avvenuto, probabilmente, a seguito di una denuncia) aveva portato al trasferimento di alcune anziane. ATS aveva incontrato i parenti delle ospiti e aveva comunicato che nel giro di pochi giorni le persone non autosufficienti avrebbero dovuto fare armi e bagagli e spostarsi in un’altra RSA. La ragione? La Casa delle Angeline non è idonea al ricovero di persone non autosufficienti.

Sin da subito si sono scatenati la rabbia e la delusione dei parenti. Che hanno sottolineato come alle Angeline le loro mamme e nonne fossero accudite con una cura e un’attenzione particolari, come qui si respirasse davvero un clima di casa, come affrontare un trasferimento per persone molto anziane possa essere un’esperienza destabilizzante.

I numeri delle signore spostate sono cresciuti al passare dei giorni. In vista di una chiusura definitiva. I parenti si sono lamentati per la “poca sensibilità” che ha caratterizzato l’atteggiamento di ATS nei loro confronti e per la mancanza di dialogo da parte del parroco, coinvolto nella vicenda dato che l’edificio appartiene proprio alla parrocchia di Vertova. Le loro richieste di un incontro in cui fare chiarezza sulla situazione sono rimaste, ad oggi, senza risposta

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 3 DICEMBRE

pubblicità