VERTOVA – Il ricordo di Pietro, le sue montagne, oltre i confini del tempo

602

Pietro e le sue montagne. Quelle cime che toccano il cuore, che te lo fanno respirare, che ti portano in cima e ti fanno sognare meraviglie. Quelle cime che sono venute a prenderselo e lo hanno trasformato in Paradiso.

‘Ti cerco ancora

Oltrepasso i confini del tempo

e ti cerco ancora

per non sentirmi

più vuota

sola

smarrita

ti trovo lì

nel vortice di pace

a riallacciare i fili dell’arcobaleno

cucire lembi di stelle

raggi di sole

a ridare al cielo

un po’ di colore nuovo

mentre canti con gli angeli

canzoni d’amore

che non conosco.

Ho freddo dentro.

Ma non è nulla.

Sono solo stelle che

mi sono rimaste sulla pelle’…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 5 AGOSTO

pubblicità