VERTOVA – Cagnoni: “Ecco perché ho cambiato idea. La leucemia mi ha cambiato le priorità. Mi avevano contattato due liste ma noi ce ne andiamo tutti insieme”

La vita amministrativa di Riccardo Cagnoni finisce qui. L’altra vita, quella ‘vera’ invece ricomincia. Già, dopo la leucemia e il trapianto di midollo, Cagnoni ci ha messo anima e corpo e dopo essere rimasto attaccato alla vita coi denti e con le unghie, adesso che è in via di guarigione ha deciso che è tempo di farsi da parte: “Avevo dato la mia disponibilità alla candidatura a sindaco ma poi nelle ultime settimane ho riflettuto sulla mia vita e ho deciso che è tempo di dedicarmi alla mia famiglia e al mio lavoro, la malattia cambia e io sono cambiato”.

La lista sembrava ormai pronta, Cagnoni aveva dichiarato più volte che stavano allargando il gruppo a molti giovani. Poi cosa è successo? “Che mi sono fermato a riflettere e ho capito che era il momento di fare delle scelte di vita importanti. Ne ho parlato col mio gruppo e con loro abbiamo deciso di chiudere qui l’esperienza, la l’Lista Cagnoni’ non ci sarà più, dopo 15 anni finisce qui, se aggiungiamo poi i 7 anni come presidente della Casa di Riposo, il mio impegno è continuo da 22 anni, insomma, ci sono dei momenti dove bisogna saper dire basta”.

Si parla di incontri, scontri e poi ancora incontri: “La Lega sta lavorando alla lista da dieci mesi, Marco Mutti e Sergio Grassi erano invece al lavoro per un’altra compagine, noi abbiamo incontrato tutti e poi deciso di fermarci qui, loro so che hanno tentato un’unione con la candidatura Grassi e poi non so perché è saltato tutto ma queste cose non mi riguardano, anzi, credo che avere più liste non può che far bene a un paese come Vertova”. ..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 19 APRILE