VALLE CAVALLINA – L’allarme dei sindaci: “Tra 50 anni il lago di Endine rischia di essere una palude”

Tra 50 anni o anche meno il lago di Endine rischia di diventare una palude se non si interviene già da questi anni”, a lanciare l’allarme è Simone Scaburri, sindaco di Spinone al Lago che in queste settimane ha visto fiorire sulle rive della nuova passeggiata delle nuove alghe che prima non c’erano, segno evidente che il lago sta cambiando, anno dopo anno, per scelte della politica che sul lago rischiano di pesare come un macigno. Un problema già condiviso anche con gli altri Comuni che si affacciano sul lago di Endine, Monasterolo, Ranzanico e Endine Gaiano. “Dobbiamo fare qualcosa, subito – spiega Simone Scaburri – la legge regionale va cambiata. Purtroppo il problema dei canneti non è più gestibile e la legge non ci permette l’eradicamento ma solo il taglio, che tra l’altro per vari motivi facciamo sempre meno.

SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 3 AL 31 AGOSTO