VALGOGLIO – Nessun decesso da Coronavirus. Il parroco don Marco: “Ci siamo votati a San Rocchino e lui ci ha fatto la grazia”.

“Siamo stati ‘risparmiati’, noi di Valgoglio, abbiamo avuto solo due decessi e non dovuti a Coronavirus, anche il nostro caro sindaco, colpito dal Covid19, alla fine ce l’ha fatta. Il merito è tutto del nostro amatissimo San Rocchino – afferma il parroco don Marco Caldara – per il quale la nostra comunità nutre una profonda devozione. Io, subito all’inizio della pandemia, sono andato a celebrare una messa speciale, un vero e proprio voto, nella chiesina che gli è dedicata, su nella zona dei Bortolotti, e tanti fedeli hanno cominciato novene e preghiere speciali…”.

Naturalmente però le conseguenze negative dell’epidemia hanno lasciato il segno anche in tanti altri aspetti della vita della comunità:

“Abbiamo dovuto rimandare le prime Comunioni all’anno prossimo…Eravamo poi tutti pronti a festeggiare alla grande il nostro diacono Michael Zenoni per la sua ordinazione sacerdotale, la festa era prevista per il 31 maggio, le donne avevano già preparato un’infinità di addobbi…Tutto rimandato, ovviamente, a non si sa quando perché toccherà al Vescovo decidere, anche se a noi piacerebbe tanto che scegliesse la data proprio in coincidenza con le celebrazioni per S. Rocchino….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 MAGGIO