VALGOGLIO alla guerra dell’acqua Dopo la raccolta firme e l’assemblea si chiede un referendum

54

E’ guerra. La guerra dell’acqua. Che se fino a qualche decennio fa poteva sembrare la guerra dei poveri, adesso la guerra per l’acqua è roba che conta. Eccome se conta. Perché dietro l’acqua c’è business. E le sorgenti valgono oro. E sull’acqua a Valgoglio è scontro. Da una parte il sindaco & c. che vogliono fare l’accordo con Uniacque, la società che gestisce ormai quasi tutti gli acquedotti della provincia, e dall’altra un gruppo di cittadini che si è messo di traverso. E così adesso, dopo incontri, scontri e un’assemblea pubblica si chiede anche un referendum. E intanto i promotori della petizione “Gestione del servizio idrico integrato” alzano la voce, o meglio la penna, e scrivono una lettera di fuoco al sindaco Eli Pedretti e al resto dell’amministrazione comunale. L’acqua spacca il paese.

 

* * *

Egregio signor Sindaco, egregi sigg. Consiglieri

In data 29 dicembre 2014 la quasi totalità degli elettori di Valgoglio vi ha rivolto una serie di richieste volte al mantenimento della gestione in autonomia del servizio idrico integrato e a garantire una corretta gestione dello stesso. Spiace constatare che ad oggi i vostri sforzi ed il vostro impegno sembrano essersi concentrati non a soddisfare le istanze dei vostri elettori, ma a cercare di dimostrarne l’illegittimità. Questo anche adottando, dal nostro punto di vista, comportamenti controproducenti e potenzialmente in contrasto con gli interessi stessi del Comune di Valgoglio ed in particolare: (…)

SU ARABERARA IN EDICOLA PAG. 18

pubblicità