VALGANDINO – Corteo del 5 ottobre senza i cinque sindaci

Nel pomeriggio di sabato 5 ottobre si svolge il corteo organizzato dal Comitato Valgandino Respira, che ha lo scopo di sensibilizzare cittadini e istituzioni sull’annosa questione dei fumi e delle puzze di cui molti residenti delle “Cinque Terre” si lamentano da parecchio tempo. Al corteo sono stati invitati i cinque sindaci che però, in un comunicato congiunto, hanno annunciato e spiegato la loro mancata partecipazione.

In riferimento alla manifestazione indetta dal comitato Valgandino respira del 5 ottobre i
Sindaci di Casnigo, Cazzano Sant’Andrea, Gandino, Leffe e Peia, accogliendo lo spirito della
manifestazione e comprendendo la preoccupazione dei cittadini per lo stato della qualità dell’aria della Valle, ritengono più proficuo difendere le esigenze di tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente all’interno di specifici tavoli tecnici istituiti con Enti e Agenzie competenti in materia (Provincia di Bergamo, Arpa, ATS).
In qualità di primi cittadini, responsabili della tutela della salute pubblica, ma anche in qualità di abitanti del territorio della Val Gandino che vivono in modo diretto i problemi di inquinamento, i Sindaci non si ritengono parte assente ma partecipanti attivi all’analisi della situazione, alla quale stanno lavorando con gli strumenti previsti dalle normative vigenti. Grazie al lavoro congiunto di Enti, Comuni e attività produttive, infatti, negli anni c’è stato un miglioramento della situazione complessiva che deve però essere costantemente monitorata e migliorata.
Per questo, e con l’obiettivo di lavorare insieme ai cittadini, si invita il presidente del
Comitato Valgandino Respira a partecipare al prossimo tavolo di lavoro che si svolgerà il 10 ottobre presso il Comune di Leffe, durante il quale verrà definita l’effettiva esecuzione di quanto già discusso e richiesto da più di un anno agli Enti preposti“.