VALCAVALLINA – VALSERIANA La vita dura degli autisti dei pullman nelle valli: “Nei turni serali in pochissimi pagano e si rischia anche di prenderle”

96

 

Nessun biglietto timbrato e tante minacce soprattutto nelle corse serali, sia in valle Cavallina che in valle Seriana, la vita degli automobilisti dei bus che scarrozzano dalle valli a Bergamo i pendolari non è più così semplice come un tempo.

Da alcuni anni infatti in molti lamentano maltrattamenti e minacce, soprattutto da parte di extracomunitari. A parlare sono proprio alcuni autisti di pullman che confermano continue minacce soprattutto per chi si trova a coprire le corse serali, dalle 20 alle 22. “Non pagano e non puoi dirgli nulla – spiega l’autista – se ti azzardi a dirgli qualcosa rischi anche di prenderle. Pochi mesi fa un autista che fa la linea serale da Clusone a Bergamo ha litigato con uno di questi extracomunitari. Lui ha alzato le mani e ha spinto l’autista che ha sbattuto la testa sui gradini dell’autobus finendo all’ospedale. Sono in molti a riferire di queste minacce e non c’è molto da fare, salgono, non timbrano nessun biglietto e si siedono, ed ormai nessuno si azzarda più a dire nulla a queste persone….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 10 APRILE

pubblicità