VALCAVALLINA – La Corte dei Conti indaga sul direttore del Consorzio. Il presidente: “Tutto risolto”

347

Nuovo caso di dipendente pubblico privo di titoli richiesti per ricoprire il ruolo assegnato di Direttore? Al Consorzio Servizi Valcavallina sembra arrivare l’ennesima patata bollente da sbrigare nel più breve tempo possibile visto che il presidente Luciano Trapletti l’anno prossimo ha deciso già che lascerà la carica, con le nuove elezioni amministrative, ed ha già dichiarato in assemblea di voler lasciare un ente senza debiti, quelli che gravano da anni sul groppone del Consorzio. Il presidente Trapletti spiega che tutto è già stato risolto ma per alcuni il dubbio resta. Il caso riguarda Angelo Zamblera, storico direttore dell’ente che secondo le ultime notizie non avrebbe avuto all’inizio del suo mandato e negli anni successivi il titolo necessario per ricoprire questo ruolo. Ora sembra che qualcuno abbia voluto chiedere conto di questo errore chiedendo anche un danno erariale pervenuto alla Corte dei Conti e del relativo risarcimento dovuto al direttore e dalla giunta precedentemente in carica presieduta da Edoardo Cambianica. Il motivo di tale richiesta riguarderebbe il non possesso del titolo di laurea del direttore del consorzio, necessario per l’incarico, dal dicembre 2010 per una cifra di qualche decina di migliaia di euro stimabile a 13 mila euro per 5, 6 anni, con un totale che potrebbe andare da 65 a 78 mila euro.

SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 1° GIUGNO

pubblicità