Valbondione“Abuso d’ufficio da parte del Sindaco” La minoranza in Procura: “Una pratica edilizia che il sindaco voleva revocare, l’ufficio tecnico si è ribellato”

 

Abuso d’ufficio. Un’altra volta. Almeno a sentire la minoranza di Valbondione. Esposto in Procura e Prefettura contro la sindaca Sonia Simoncelli, e non è un’altra volta un Natale tranquillo per la Simoncelli e il suo gruppo. Ma questa volta i profughi o il duo Benvenuto Morandi o Sergio Piffari non c’entrano. Questa storia invece comincia il 12 dicembre 2013 e all’inizio sembra una banale formalità, un permesso per costruire rilasciato dal Comune a un residente, per ristrutturare, tramite demolizione e ricostruzione, un piccolo deposito a Maslana, una località di Valbondione. Tutto a posto. Ma dopo pochi mesi, il 23 aprile del 2014, un vicino di casa della persona che sta costruendo, richiede l’accesso agli atti per verificare la regolarità urbanistica.

E pochi giorni dopo, il 13 maggio, il responsabile dell’ufficio tecnico spiegava che non c’erano le condizioni per bloccare i lavori perché tutto era in ordine. Il 25 maggio, dopo un periodo di commissariamento, viene eletta Sindaco Sonia Simoncelli che, come spiega la minoranza, ha un ‘rapporto di parentela con B.S., l’uomo che ha chiesto di bloccare i lavori)…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 DICEMBRE