VALBONDIONE – Lettera “Questa non è una questione di mutuo soccorso tra medico e Sindaca ma un problema del paese”

445

Chiedo nuovamente il permesso alla Vostra Redazione per poter rispondere alla sindaca di Valbondione, sul come il sottoscritto non debba concordare assolutamente nulla con la signora sopracitata. Le mie lettere, i chiarimenti che a più riprese chiedo agli uffici comunali, non sono mie, ma informazioni che i Paesani chiedono al sottoscritto, visto il ruolo da Consigliere Comunale che con le loro preferenze mi hanno assegnato. L’avere perplessità (riferitemi da molti miei Paesani) sull’operato del Dottore Signor Natalino Presepio, non intendono perseguire il suo allontanamento da Valbondione, ma chiedere ad esso ed alla sindaca, un più assiduo impegno, l’uno per i propri mutuati e l’altra affinché ci sia più controllo sullo svolgimento del lavoro del sopra citato. La mancanza di Medici di base riscontrata in tutta la provincia di Bergamo, ma credo anche a livello regionale, non dovrebbe divenire una sorta di “mutuo soccorso”, tra la sindaca e il Dottore, ma bensì debba essere e speriamo possa divenire, un’assidua collaborazione tra le parti, affinché i pazienti non riscontrino altre criticità nel rivolgersi al proprio medico. Criticità che non riguardano purtroppo solo il Medico, ma pure l’ambulatorio di Valbondione che risulta, o meglio risultava…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 4 MARZO

pubblicità