VALBONDIONE – LETTERA La nevicata fantasma e le scuole chiuse

Cara Redazione,

chiedo gentilmente il permesso affinché questa mia ennesima lettera possa essere pubblicata.

Sono rimasto basito e con me molti paesani nel leggere l’ordinanza sindacale inerente la chiusura delle Scuole in quel di Valbondione per presunto pericolo di enorme quantitativo di precipitazioni nevose.

Questo mio disappunto nasce dal fatto che nonostante negli anni passati nevicasse maggiormente,

nessun Sindaco abbia deciso la chiusura delle Scuole; in primis perché site in posto sicuro e secondariamente perché gli alunni del Capoluogo mai abbiano avuto problemi a recarsi alle lezioni a differenza degli alunni abitanti nelle Frazioni.

Tutto questo allarmismo non aveva altresì ragion d’essere, visto che Valbondione é un Comune Montano incastonato tra le Prealpi Orobiche e non sicuramente sulla costa Adriatica, quindi se anche fossero scesi gli 80 centimetri, come previsto dai vari siti meteorologici, i nostri amministratori non avrebbero dovuto allarmarsi, ma impegnarsi per evitare disagi che purtroppo si sono avverati….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 FEBBRAIO