VALBONDIONE – LETTERA I “TOTINI” IN COMUNITÀ MONTANA

Buongiorno carissima Redazione,

gradirei che queste mie considerazioni venissero pubblicate sul Vostro Giornale. Sottolineo come non da oggi, sia consapevole di come la politica, quella malsana, si era su scambi “Do ut des”, che definire “prostituzione politica”, risulti Kafkiano.

Questo dare per avere, consumato a livello nazionale, pare essersi consumato anche in quel di CMVSS, con attori leggermente cambiati, visto che in questo caso si parla di piddini e totini.

Senza discernere sul come si debbano chiamare, totini, tótani o totiani, sta di fatto che contro discorsi roboanti, tenutisi in vari comizi dal Governatore della Liguria, conditi con un perentorio grido “mai con il pd”, la fronda bergamasca abbia decisamente sconfessato il “Padre fondatore”,

stringendo un’alleanza con il pd e consegnando di fatto una Comunità Montana divisa, in quei Paesi dove l’essere Montanari, il respirare la Montagna, crei appunto la vera Comunità Montana.

Aria ben diversa si respira in Comuni della bassa che poco hanno da spartire morfologicamente e a livello di problematiche con la vera Comunità Montana che anni addietro esisteva….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 27 SETTEMBRE