VAL SERIANA – L’inferno quotidiano dei pendolari seriani, tra auto incolonnate, ritardi, limiti assurdi e pericolo multe: “E’ diventato un incubo andare in Val Seriana”

Pendolari, lasciatemelo dire, siete eroi in Val Seriana”. Questo è uno dei tanti commenti che quotidianamente compaiono sul web quando l’argomento trattato è quello della viabilità in Valle Seriana. Da alcuni mesi, infatti, la situazione del traffico (che era già piuttosto difficile) è peggiorata e affrontare la strada che dall’Alta Valle e dall’altopiano di Clusone oltrepassa il Ponte del Costone per dirigersi a Bergamo, alla Bassa Valle o alla galleria di Montenegrone, rappresenta una vera impresa.

Lo sanno, in particolare, tutti coloro che, per motivi di lavoro o di studio, ogni giorno hanno a che fare con interminabili colonne, rallentamenti, incidenti stradali, posti di blocco delle forze dell’ordine, oltre agli odiatissimi “scout speed”, gli apparecchi installati a partire dalla scorsa estate sui mezzi della Polizia Locale dell’Unione Insieme sul Serio… SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 DICEMBRE