VAL SERIANA – LA LETTERA – “Sono un papà incazzato. Dobbiamo fare bim bum bam per decidere chi fa la doccia?”

4024

Gentile Redazione,

ho letto il vostro post sulle bollette di metano ed elettricità. Oltre a mandarvi copia delle fatture, vorrei aggiungere il mio pensiero, la mia testimonianza, che scommetto essere quella di molti italiani in questo momento. Sono un uomo, marito e papà… incazzato. In famiglia siamo in quattro e lo stipendio è uno soltanto, il mio. Il raddoppio delle bollette vi assicuro che è un fardello importante da portare sulle spalle. Potrei fermarmi sui numeri, la differenza in soldi calcolando la bolletta più bassa in base ai Kw in più dell’ultima è di 19 euro quindi un totale 158 euro. Ma no, non posso fermarmi qui, perché ai miei figli non interessa di certo quel numerino scritto sulla fattura, loro devono mangiare, devono andare a scuola, devono fare il bagnetto e vestirsi, devono stare al caldo se hanno freddo. 

Guardando queste bollette invece dovrei mettermi a risparmiare. Risparmiare su qualsiasi cosa per cercare di arrivare alla fine del mese e far quadrare i conti. Farsi la doccia diventa un lusso? Che ne so, dovremmo farla a giorni alterni per non consumare troppo. Oppure la sera dovremmo metterci attorno al tavolo a fare bim bum bam per decidere chi fa la doccia?…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 4 MARZO

pubblicità