VAL SERIANA – IL CASO MULTE – Limiti di velocità e multe: la rabbia della Valle Seriana. La Provincia abbassa i limiti in alcuni tratti e l’Unione Insieme sul Serio manda in giro i suoi vigili con lo “scout speed”: fioccano le multe, automobilisti inferociti e spaventati. La gente non ne può più: “Lo fanno per mettere le mani nelle tasche dei cittadini”

Stai attento! C’è il limite a 70…”, dice la moglie al marito mentre a bordo di una Fiesta stanno percorrendo la provinciale della Valle Seriana tra Nembro e Clusone.

Ma figurati, qui sulla superstrada? Ma se è sempre stata a 90…”, risponde lui, sicuro di sé.

E’ possibile che non sei mai informato di niente? Non c’è solo il calcio! In questo tratto l’hanno abbassato a 70”, ribatte lei con fare sprezzante.

E chi l’ha fatto?”, chiede il marito incredulo.

La Provincia… mah, dicono che l’hanno fatto per aumentare la sicurezza…”, risponde la moglie storcendo il naso.

Sì, la sicurezza… dicono sempre così. La verità è che vogliono essere sicuri di multarci e intascare i nostri soldi!”, dice lui, arrabbiato.

Ecco, adesso puoi accelerare…”, gli dice lei, con tono accondiscendente.

Bene, finalmente” e intanto preme l’acceleratore.

Frena! Frena! Ecco… adesso avrai preso una multa…”, interviene la donna.

Perché avrei preso una multa?”, fa lui, con un fare interrogativo.

Non hai visto che è passata un’auto dei vigili sull’altra corsia?”, lo rimprovera lei.

E allora? Stavano andando anche loro in macchina, figurati se erano in grado di misurare la nostra velocità”, sorride lui.

La moglie lo fulmina con lo sguardo: “Ma certo che lo possono fare! Lo sanno tutti! Adesso i vigili dell’Unione vanno in giro con il… come si chiama? Ah, sì, lo scout speed”.

Lo scout… cosa? Ma cosa dici?”.

So benissimo cosa dico. E’ uno strumento che tengono nella loro auto e che permette di misurare la velocità. Stanno arrivando multe a un sacco di gente… Ah, adesso puoi accelerare perché il limite è 90 ma tra 300 metri rallenta perché il limite è 50”.

Il povero automobilista, dopo qualche imprecazione e dopo aver lanciato qualche maledizione verso Provincia e Unione, mette la freccia, rallenta e si ferma: “Basta, ci rinuncio… guida tu…”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 13 SETTEMBRE