Val Seriana, caos trasporto pubblico: due ore per fare due chilometri. Corse mancanti e studenti stipati

Nonostante le rassicurazioni e le promesse, il delirio del trasporto pubblico in provincia di Bergamo si ripete anche all’inizio di quest’anno scolastico, con corse mancanti e studenti stipati.
Ma quest’anno l’inizio delle lezioni è avvenuto in un momento critico di emergenza sanitaria, che in provincia di Bergamo ha causato il maggior numero di decessi di tutta Italia. Le famiglie, giustamente, si aspettavano un servizio sicuro, che garantisse le dovute distanze ed evitasse assembramenti, così come promesso.

Per il Presidente del Codacons Marco Maria Donzelli:”Avevano promesso un efficienza super il rientro nelle scuole, e invece nonostante le tante raccomandazioni e il particolare momento storico che stiamo vivendo, la situazione è rimasta praticamente invariata rispetto agli altri anni“.
Per queste ragioni il Codacons presenterà un esposto alla Procura della Repubblica, al fine di vagliare la sicurezza del trasporto pubblico e prevenire nuovi focolai.