VAL DI SCALVE – PARROCCHIE – Partiti i Cre dell’estate dopo la bufera Tre moduli e costi contenuti

‘Summer life- per fare nuove tutte le cose’: questo il nome del CRE di quest’estate anomala e inedita. I bambini ed i ragazzi sono coinvolti quest’anno in un progetto educativo finalizzato a farli riappropriare delle loro singole realtà territoriali, del loro piccolo mondo da cui per mesi sono stati forzatamente allontanati, ma soprattutto a far sì  che possano riallacciare quei legami amicali di gruppo che l’isolamento aveva negato. Non è stato facile per le parrocchie elaborare proposte praticabili tenuto conto delle rigide norme e dei protocolli imposti dalla situazione che ben conosciamo.

A fronte di un orizzonte tematico, pastorale ed educativo unitario, delineato dai Vescovi lombardi, ogni realtà aveva situazioni contingenti diverse, sulle quali andava modulata l’organizzazione. In una microcosmo piccolo e sostanzialmente omogeneo come quella della Valle di Scalve si sono definiti quest’anno tre moduli CRE: diverso innanzitutto l’inizio dell’attività: il 29 giugno per Vilminore/Vilmaggiore e Schilpario/Azzone, il 6 luglio per Colere; diversa la durata: 3 settimane a Vilminore/Vilmaggiore e Colere, 4 settimane a Schilpario/Azzone….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 3 LUGLIO