TRESCORE – SICUREZZA – Spaccio e furti, la cittadina termale è (in)sicura?

1012

Uso e spaccio di sostanze stupefacenti si espandono a macchia d’olio, persino di giorno”. I Raptors subiscono il sedicesimo furto. “A Trescore ti portano via anche le mutande tra un po’…

A Trescore Balneario non manca niente: c’è un centro vivibile e vissuto, ci sono tanti negozi, ristoranti e bar, ci sono tante aziende in cui andare a lavorare, la città di Bergamo e l’autostrada sono facilmente raggiungibili, la superstrada ‘accarezza’ il territorio comunale, ci sono le Terme, alcuni istituti scolastici dall’asilo alle Superiori, c’è l’ospedale. Insomma, non manca niente… o quasi. Già, perché da un po’ di tempo a questa parte manca forse il senso della sicurezza, stando ad alcuni episodi che si susseguono.

Partiamo dallo spaccio di droga che, da quanto dice al nostro giornale il gruppo di minoranza ‘ConsensoCivico Trescore’ starebbe diventando preoccupante.

Il duplice problema dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti si espande a macchia di olio e arriva nel centro di Trescore, persino di giorno, in luoghi sensibili, dietro il Municipio e vicino alle scuole. Diminuisce di conseguenza la percezione di sicurezza dei cittadini, complice anche lo svuotamento del paese nelle ore serali. Nonostante l’ampliamento del sistema di video sorveglianza, dei portali di lettura targhe e l’istituzione del corpo di polizia locale (sette unità), il fenomeno è in costante aumento e impatta ormai sul tessuto sociale del paese. Si rende auspicabile una diversa strategia di contrasto finalizzata al monitoraggio e presidio del territorio da parte delle istituzioni preposte”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 23 SETTEMBRE

pubblicità