TRESCORE – Le Terme e il volto della figlia di Bartolomeo Colleoni, Medea, morta il 6 marzo di 550 anni fa. Fu forse la morte di sua figlia a spingerlo a ristrutturare le antiche terme

Il volto di una giovane donna scolpito nel marmo bianco su una colonna della Sala Colleoni spiega perché il grande condottiero bergamasco Bartolomeo Colleoni decise di far ristrutturare e rilanciare le Terme di Trescore, che erano in stato di abbandono anche in seguito alle feroci lotte tra Guelfi e Ghibellini che in quell’epoca si combattevano sul nostro territorio.

Si ritiene infatti che quello possa essere il volto di Medea, l’adorata figlia di Colleoni, che a soli 14 anni si ammalò e morì esattamente 550 anni fa, il 6 marzo 1470… SU ARABERARA IN EDICOLA DA VENERDI 6 MARZO