TRESCORE – LA POLEMICA – Aule fredde, finestre aperte e quell’Istituto… poco Comprensivo… L’ex vicesindaco: “A Trescore mia figlia con la maglietta termica a scuola perchè fa freddo in aula; mio figlio in aula con l’aria fredda dietro la schiena per sei ore al giorno…”

L’anno scolastico 2020/2021 delle Medie di Trescore Balneario non è nato bene. No, perché fin dall’inizio si sono susseguite polemiche sull’ormai famoso cambio dell’orario delle lezioni voluto dalla dirigente scolastica. C’è poi stato (ma questo vale per tutte le scuole d’Italia) il problema del Covid e le recenti critiche per le aule al freddo.

A Trescore mia figlia con la maglietta termica a scuola perchè fa freddo in aula; mio figlio in aula con l’aria fredda dietro la schiena per sei ore al giorno. Si narra persino di un’aula con il termostato a 12 gradi! Mi si dice che lasciare le finestre sempre aperte è una disposizione di ATS per contrastare la diffusione del Covid! Succede però che in altri Istituti Comprensivi le finestre stiano chiuse e si arieggino gli ambienti con una certa frequenza. Ma allora ci sono diverse disposizioni di ATS in base agli Istituti Comprensivi? Oppure ci sono diverse interpretazioni degli Istituti Comprensivi delle disposizioni di ATS? Una cosa è certa… di Comprensivo non c’è nulla…”.

Questo pensiero è stato pubblicato sulla sua pagina facebook dal consigliere di minoranza Michele Zambelli, ex assessore a Lavori Pubblici ed Urbanistica nella Giunta guidata dall’ex sindaca Donatella Colombi, di cui lui era vicesindaco. Zambelli usa spesso i social ed è molto attento al tema educativo (come sottolinea lui stesso, ha due figli in età scolare). Ama anche usare espressioni colorite e sarcastiche. Famosa è la frase detta nel corso di una intervista al nostro giornale a proposito del peso eccessivo degli zainetti: “Non potendo ridurre il peso dello zainetto, dovremo aumentare il peso dei nostri figli…”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 GENNAIO