TRESCORE – IL CASO – Il Tadone, il Lesse e quell’incuria che… regna sovrana

456

La pioggia era attesa da tempo dopo una primavera asciutta e un’estate che è stata finora particolarmente tropicale e segnata dall’emergenza siccità. Il problema è che spesso l’arrivo della tanto attesa pioggia porta con sé alluvioni, frane ed esondazioni di fiumi. A Trescore non è fortunatamente capitato niente, a differenza di altri paesi, ad esempio Niardo e Braone, in Valle Camonica. E quando succedono eventi del genere si tira in ballo l’incuria e la mancata pulizia di vallette e dell’alveo dei corsi d’acqua.

Ebbene, qualcosa si può dire anche sullo stato in cui si trovano i torrenti Tadone e Lesse. In lunghi tratti, infatti, l’alveo dei due corsi d’acqua è interamente coperto dalla vegetazione. E se arrivasse una ‘bomba d’acqua’ cosa capiterebbe? La vegetazione presente nel letto dei torrenti farebbe esondare le loro acque?

I consiglieri del gruppo di minoranza ‘ConsensoCivico Trescore’ hanno denunciato la situazione dei due torrenti.

Dopo tanta siccità le piogge sono finalmente arrivate a Trescore e il primo pensiero è andato a Lesse e Tadone che versano, in questo momento, in condizioni terribili. Complice tuttavia l’esigua quantità di precipitazioni, fortunatamente non è accaduto nulla di grave. La prevenzione del rischio idraulico dovrebbe essere operata puntualmente, con interventi di pulizia di argini e alvei in favore dei nostri torrenti. L’esperienza ci ha insegnato che le ostruzioni dovute a ramaglie, rovi, piante, compresa la presenza di cumuli di rifiuti, sono tra le principali cause di esondazione, ma le condizioni in cui versano i suddetti torrenti, rendono incomprensibile questa grave mancanza di manutenzione. Mai siamo arrivati a livelli di incuria simili!

Con un esposto all’Amministrazione abbiamo segnalato il problema sollecitando interventi urgenti su Lesse e Tadone e su tutto il reticolo idrico minore, anche nelle zone meno visibili, soprattutto in quelle aree in cui vi sono abitazioni nelle immediate vicinanze”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 5 AGOSTO

pubblicità