TRESCORE – Gli studenti dell’Albarotto e il caos dei trasporti

La settimana scorsa abbiamo fatto nei primi tre giorni le lezioni da casa, la prossima ne faremo solo una. Ogni giorno l’orario di ingresso cambia. È un po’ un casino…”. 

Il ragazzo si mette a ridere, ma forse ci sarebbe da piangere… Non abita a Trescore, ma come molti altri studenti proviene da paesi del circondario, iscritti alle scuole superiori della cittadina. È, in pratica, uno dei ragazzi dell’Albarotto.

Come va, in questo inizio di anno scolastico, la questione dei trasporti?SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 9 OTTOBRE