TORRE BOLDONE La chiesina della Ronchella, i morti della peste dei “Promessi Sposi” ed i due antichi quadri restaurati. Il prevosto: “Merito dell’ex curato don Luigi Cortesi”

208

pubblicità

Due antichi quadri, due preziosi ex voto ospitati in una piccola chiesa in località Ronchella, a Torre Boldone. Due opere recentemente restaurate che si trovano tuttora nella casa parrocchiale, ma che prima della fine dell’estate torneranno alla loro casa, la chiesina dei Mortini alla Ronchella.

Si tratta di due quadri legati alla peste che aveva colpito il Nord Italia nel Seicento, la famosa peste di cui parla il Manzoni nei Promessi Sposi. In quella zona – spiega mons. Leone Lussana, prevosto di Torre Boldone dal 1997 – erano stati sepolti i morti della peste ed era poi stata costruita la chiesetta detta, appunto, dei Mortini. I due quadri avevano… SU ARABERARA IN EDICOLA A PAG. 51

pubblicità