TORRE BOLDONE – Il super Cre di Torre: dal Comune 100 mila euro di contributo alle famiglie

Abbiamo stanziato 100 mila euro di contributi diretti alle famiglie e 50 mila di contributi alle associazioni presenti in paese. Il nostro obiettivo è di abbattere considerevolmente i costi dei centri estivi che quest’anno son aumentati di molto e gravano sui bilanci delle famiglie”.

Il sindaco Luca Macario ha dato il via alla stagione estiva della sua Amministrazione, mettendo al centro le famiglie, i bambini e i ragazzi. “Le faccio due esempi: per la settimana del calcio, che parte oggi (lunedì 29 giugno – ndr) il costo effettivo sarà di 30 euro a ragazzo dopo il rimborso da parte del Comune; per le due settimane all’oratorio, il costo è di 160 euro, ma senza i 150 euro dati dal Comune, il costo effettivo per bambino è di soli 10 euro. Mi sembra un buon modo per aiutare le famiglie di Torre”. Come sono finanziati questi 150 mila euro? “Sono parte del contributo dello Stato per l’emergenza Covid. Abbiamo deciso di destinarli ai nostri centri estivi e ai nostri ragazzi, che hanno sofferto i lunghi mesi di chiusura a causa dell’epidemia”.

Il primo cittadino di Torre Boldone parla delle settimane di lavoro per imbastire i centri estivi del paese: “Già dai primi giorni di aprile si sono susseguiti numerosi scambi di idee e confronti con la Parrocchia per trovare una soluzione bella e al tempo stesso sicura per l’estate dei nostri ragazzi. Nel corso dei mesi di maggio e giugno si sono poi svolte numerose riunioni tecniche condivise, che si sono potute concretizzare solo dopo la pubblicazione delle linee guida ministeriali del 29 maggio. Alcuni giorni fa, finalmente, abbiamo approvato la costituzione della rete territoriale locale al fine di garantire l’apertura delle attività e centri estivi sul territorio del Comune di Torre Boldone….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 3 LUGLIO