TORRE BOLDONE – Elezioni, passi in avanti per una lista unitaria di centrodestra Vanessa Bonaiti: “E’ stato tolto il veto sulla mia persona. Si è creata la possibilità di andare avanti insieme”. Mancata conferma alla presidenza dell’Isb: “Peccato, credo di aver fatto non poco per la Fondazione”

Nella serata di lunedì 7 gennaio si è svolto l’atteso incontro tra esponenti del centrodestra per dare vita ad una lista unitaria, scongiurando la divisione in due blocchi che si era registrata alle elezioni del 2014. Del resto, i due gruppi di minoranza di centrosinistra e Rifondazione Comunista stanno viaggiando verso un listone unico per cercare di riconquistare dopo 10 anni la guida del Comune di Torre Boldone; una eventuale divisione tra la lista di maggioranza che fa capo al sindaco Claudio Sessa (che sarà guidata dall’attuale capogruppo Luca Macario) e quella della Lega (che cinque anni fa aveva candidato Giuseppe Rampolla) potrebbe quindi essere particolarmente rischiosa.

Da mesi si sta perciò tessendo la tela per trovare una soluzione unitaria nel blocco di centrodestra, non senza difficoltà. Il sindaco Sessa, a proposito del rapporto con la Lega, ha recentemente dichiarato al nostro giornale che  “di questo si occupa Luca Macario, il candidato a sindaco della nostra lista, che ha fatto alcuni incontri con la Lega per vedere se si riesce ad andare avanti col discorso. Penso che entro metà gennaio dovrebbe esserci un esito, positivo o negativo”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 11 GENNAIO