TAVERNOLA – Villa Elena la può acquistare il Comune? “E’ un sogno, ma non abbiamo i soldi”

88

Se n’è parlato in Giunta già da quando è emersa la volontà degli eredi di vendere la villa e il parco. “Le cifre sono fuori portata per le casse del nostri Comune”. “Ci vorrebbe un imprenditore illuminato o un’organizzazione come quella del FAI visto che adesso si prospetta il vincolo della Sovrintendenza”.

Il Fai per statuto non può acquistare beni, quindi potrebbe solo ricevere una donazione. Che poi di una fantomatica donazione correva voce a Tavernola alla morte della signora Fenaroli, la dott.ssa Pierangela Marelli, la moglie del botanico Luigi Fenaroli. Ma di quel testamento non fu trovata traccia. Fatto sta che si tratta di una villa e di un parco di valore (la stima di vendita si aggirerebbe sui 3 milioni e mezzo). Ma il bene è o sarà a breve “vincolato”.

Il che significa che ci sono davvero vincoli di destinazione e di modifica strutturale e ambientale che non consentono speculazioni. Il rischio è allora che rimanga lì, senza che nessuno se la prenda, come certe donne bellissime ma… troppo costose poi da tenere in casa. Perché poi la gestione e manutenzione ha anche costi difficilmente quantificabili. Quindi per ora se ne discute a salve? Beh, gli enti superiori, Provincia e Regionee magari il Ministero potrebbe intervenire.

SUL NUMERO DI ARABERARA IN EDICOLA DAL 18 NOVEMBRE

 

pubblicità