TAVERNOLA – Una marea di stendardi (delle associazioni) ha salutato don Nunzio: “Quanta vitalità…”

Il prevosto don Nunzio Testa è stato salutato da tutto il paese. La sua nuova destinazione, dopo dieci anni a Tavernola, come abbiamo annunciato più volte su araberara, è Cenate Sopra.

Domenica 5 settembre don Nunzio ha pronunciato l’ultima Messa a Tavernola ed ha salutato il paese con commozione durante l’omelia.

“…Ti lodo e Ti ringrazio per il dono… che mi hai affidato… Ho imparato ad amarla (la popolazione n.d. R.), a servirla e pregare per essa. Quanta vitalità, quanto spirito di fede riaffiora spesso dietro le apparenze. Ti prego per i ragazzi perché crescano in sapienza e grazia, per i giovani perché vivano seguendo grandi ideali, per gli adulti perché giungano ad una fede sempre più matura, per gli anziani ed ammalati perché, sorretti dalla Tua grazia, vivano la loro vita con fiducia e speranza…”

Era commosso, don Nunzio, nel celebrare questa funzione ed è stato ubbidiente e discreto nell’attuare il “giro” del paese organizzato per lui dalle ragazze del catechismo.

Si è trattato di un “gioco con regali” attraverso le vie del paese con don Nunzio che doveva rispondere a brevi e facili quiz, cosa che è avvenuta. Ad ogni fermata tutta la popolazione faceva il tifo per il Parroco, che poi riceveva il premio e sentiva il saluto di una delle “autorità” che seguivano il corteo. C’è da dire che la popolazione non era né scarsa né isolata, perché una quarantina di tavernolesi erano “armati” con un cartello o con una bandiera o stendardo di una Associazione tavernolese: mai si era vista in paese una simile assemblea di stendardi e cartelli….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 10 SETTEMBRE