TAVERNOLA – Silvio Bonomelli scrive a Mattarella: “Si riduca lo stipendio”. E’ polemica

3810

Tutto nasce da un post messo su facebook il 19 ottobre. Si tratta della riproduzione di una lettera che Silvio Bonomelli, consigliere comunale con delega a Comunicazioni e rapporti con le Associazioni aveva scritto in piena prima ondata di pandemia. Comincia con la presentazione:

pubblicità

Buongiorno Sig. Presidente, mi chiamo Silvio Bonomelli e sono consigliere del Comune di Tavernola Bergamasca (BG)”. E’ da qui che nasce la polemica tra maggioranza e minoranza, dal fatto di essersi qualificato come “consigliere comunale” e non come semplice cittadino. Ma ovviamente è sul testo che segue che la minoranza guidata da Pasquale Fenaroli alza la voce. Ecco il testo: “Mi permetto di inviarle questa lettera per rappresentarle la triste realtà che vivo costantemente tutti i giorni a partire da gennaio 2020, ma anche per darle un mio personale consiglio che spero tenga in considerazione. La FASE 1 non è ancora terminata (vedi i dati mondiali, europei e nazionali) ma adesso è il momento di preparare e AGIRE affinchè la FASE 2 non diventi una seconda STRAGE. E’ fuori discussione che dobbiamo essere UNITI e CONVIVERE con questo virus (fino all’arrivo del vaccino), per consentire la necessaria e CONTROLLATA ripresa produttiva economica. Ma ancora più importante è garantire a TUTTI il sostentamento alimentare ed economico (spese fisse), pertanto le chiedo di dare il buon esempio RINUNCIANDO A TUTTO QUELLO CHE PUO’, TRATTENENDOSI SOLO IL NECESSARIO PER VIVERE DECOROSAMENTE. Oggi non può chiedere agli Italiani “poveri” di fare sacrifici… perchè non sono in grado di farli. Lei col suo esempio PUO’ E DEVE spingere a farsi emulare da TUTTI I PARLAMENTARI E RELATIVO INDOTTO ISTITUZIONALE E PARASTATALE per aiutare chi realmente ne ha bisogno e cioè IL POPOLO.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 6 NOVEMBRE

pubblicità