TAVERNOLA – LA STORIA Quella crocifissione… mutilata e il culto di S. Maria Maddalena

250

Domenica 22 luglio Tavernola per la prima volta ha festeggiato solennemente Santa Maria Maddalena, la protagonista di alcuni episodi evangelici cui è dedicata la chiesa parrocchiale.

Non dovrebbe destare stupore il fatto che un paese solennizzi la festa, riconosciuta anche a livello civile con la chiusura degli uffici pubblici e delle fabbriche, del Santo patrono cui è dedicata la chiesa principale del paese (o della città), invece a Tavernola (e in altri luoghi, peraltro) non è così. Infatti la Patrona “percepita” del paese è… la Madonna di Cortinica, la cui festa cade il 2 luglio, in corrispondenza della commemorazione della Visita di Maria a Santa Elisabetta (prima della riforma del calendario liturgico che ha spostato la “memoria” della Visita al 31 maggio – n.d.r.), e non il 22 luglio, festa della Santa penitente.

Forse l’amore per la figura della Madre di Gesù ha messo in secondo piano la titolare della chiesa: il fatto comunque è e resta che la “povera” Maria Maddalena è stata trascurata da sempre, anche dopo che è stata costruita la chiesa (poi diventata parrocchiale) a lei dedicata….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 31 AGOSTO

pubblicità