TAVERNOLA – LA SITUAZIONE – Un’estate aspettando le “volate” di Ca’ Bianca

La buona notizia è che la Regione ha stanziato 1 milione e mezzo per gli “studi” delle tre Università (Bicocca, Firenze, Politecnico di Milano). Che poi lo stanziamento è a… rate, mezzo milione incrementa la dotazione già in atto per il 2021 e 1 milione va sul bilancio 2022. C’è stato l’ennesimo incontro “allargato” tra Comune, Cementificio e Regione e lì è arrivata la conferma dello stanziamento regionale per questi studi che dovrebbero arrivare a settembre. Riguardano non più scenari apocalittici ma il “come” mettere in sicurezza il movimento franoso con le ipotesi di parziale rimozione del materiale. Ancora ipotesi. E lo stanziamento è “solo” per pagare gli “studi”, poi gli stessi dovranno prevedere interventi che si possono ipotizzare “pesanti” in termini di costi.

“Saranno avviati ad agosto i test sulle attività della miniera ‘Cà Bianca’ in seguito alla frana sul fronte orientale del Monte Saresano a Tavernola Bergamasca. Questi test prevedono, tra l’altro, la ripresa graduale delle attività della miniera Ca’ Bianca”. Così l’annuncio ufficiale a fine luglio dell’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo. Questi test consistono nel far brillare delle “mine” a Ca’ Bianca e verificare se hanno qualche effetto sulla zona interessata al movimento franoso “con la collocazione di una rete di monitoraggio delle vibrazioni”

Anche qui bisogna chiarire che, come spiega Romeo Lazzaroni, “non sono più le esplosioni delle mine che si facevano alla Sina e che facevano tremare tutta Cambianica. Il sistema è totalmente cambiato, le esplosioni non si verificano sul fronte alto della cava con gradoni alti anche 20 metri e con la profondità di 3 metri. Adesso le esplosioni si fanno in piano creando una decina di buchi alla profondità di 2 metri con pochissimo esplosivo che provoca movimento in un raggio di soli 3 metri e le esplosioni sono in successione”.

Il cementificio è pronto a far ripartire anche qui gradualmente i reparti, ma deve aspettare i risultati di quelle “volate” a Ca’ Bianca che l’assessore regionale prevede in agosto ma potrebbero slittare a settembre….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 AGOSTO