TAVERNOLA – Il “pellegrinaggio” del Vescovo nel basso Sebino

92

In queste settimane il Vescovo Mons. Francesco Beschi sta compiendo il suo “pellegrinaggio” nel Vicariato del Basso Sebino. Vicariato che ha la chiesa “madre” arcipresbiterale a Predore, retta dall’arciprete Plebano don Alessandro Gipponi. Il vicariato comprende quindi i paesi della valle del Rino, Parzanica, Vigolo e Tavernola, poi Predore, Sarnico, Paratico (provincia di Brescia ma diocesi di Bergamo), Villongo (fino a pochi anni fa diviso in due parrocchie, adesso unificate), Credaro, Gandosso, Foresto Sparso, Adrara S. Martino, Adrara S. Rocco e Viadanica. A sua volta il Vicariato (che adesso si chiama “Fraternità Presbiterale”) fa parte del CET  (Comunità Ecclesiali Territoriali) che comprende anche il Vicariato della Val Calepio.

Tornando ai paesi della Val del Rino Il vescovo sta visitando tutte le parrocchie. A tavernola è venuto già sabato 5 novembre, con visita al Santuario di Cortinica (dove ha recitato il rosario con i fedeli) e poi alla vicina “Casa di Nicola”, una struttura che ospita persone con disabilità. Ma è tornato anche domenica 13 novembre per celebrare la Messa pomeridiana con il sacerdoti del Vicariato.

SUL NUMERO DI ARABERARA IN EDICOLA DAL 18 NOVEMBRE

pubblicità