TAVERNOLA – IL CASO – Il Cementificio dismette un’altra area. Con la Regione un accordo per “che farne” Ma l’incontro non è stato ancora fissato per l’emergenza sanitaria

La Regione ha altro cui pensare, ad esempio come chiedere al governo la “zona rossa dell’economia” che è ben diversa dalle zone rosse del virus. Cosa c’entra con Tavernola? C’entra perché era stato chiesto un incontro a tre (Regione, Comune, dirigenza del Cementificio) per stabilire cosa fare delle aree che Italcementi vuole dismettere nel complesso della cementeria tavernolese.

Quindi la richiesta è sospesa fino a quando passerà la buriana. Dal suo letto influenzale il sindaco Joris Pezzotti tiene comunque contatti quotidiani con il municipio. Sentiamo Silvio Bonomelli, consigliere delegato a Comunicazione e rapporti con le Associazioni. Bonomelli sta “presidiando” il Comune nell’emergenza coronavirus (a Tavernola, mentre scriviamo ancora nessun caso, tanto varrebbe mettere un presidio alla galleria di Portirone e a quella del Corno e mantenere una sorta di enclave della Valle del Rino. E’ una battuta, sia chiaro)….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 MARZO