TAVERNOLA – ELEZIONI 2019: Filippo I il pacificatore non si ricandida

Finirà dopo l’inverno il regno di Filippo I il pacificatore. In cinque anni è riuscito nell’impresa per cui era stato eletto. Veramente ci sarebbero anche le opere ma è il piccolo miracolo di aver sopito le feroci polemiche della passata legislatura per cui sarà ricordato. Filippo Colosio non si ricandiderà, anche per i problemi di salute che ha avuto. Non è uomo da coltivare eccessive ambizioni, già cinque anni fa hanno dovuto pregarlo e quasi anche alzare la voce per convincerlo. Che poi era una sorta di omaggio a suo padre che in amministrazione ci era restato per 25 anni. “Io per venti, due mandati da assessore con Gabriele Foresti sindaco, un mandato da assessore con Leandro Soggetti e adesso questi cinque anni. Credo di aver dato abbastanza”.

Il problema sarà succedergli. “Mah, credo che, come gruppo di ‘Impegno civico’ cominceremo a parlarne dalla prossima settimana. Intanto cerchiamo di finire bene i lavori alla scuola, sulla litoranea dove è già pronta la nuova cabina elettrica, alla bretella (il cui costo è di 320 mila euro) dove hanno tolto le reti e cominceranno i lavori affidati alla Ditta Sangalli (è previsto un subappalto alla ditta Sorosina di Tavernola) e tutto sta a coordinare i lavori, perché bisognerà…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 28 SETTEMBRE