TAVERNOLA – Don Giuseppe in nerazzurro

157

La sorpresa. E’ un sabato pomeriggio. Tardo pomeriggio. Don Giuseppe, da poche settimane prevosto di Tavernola, sta celebrando la Messa vespertina. È il 6 novembre. In Oratorio c’è movimento. Molto. Andirivieni di gente, chi addobba, chi sta preparando la cena. Don Giuseppe non ne sa niente, ma la serata per lui è già impegnata, lo hanno invitato a cena, dopo la Messa. È una bugia, non sa che la cena in realtà sarà in oratorio e non certo tra pochi intimi. 

pubblicità

Finisce la Messa, esce sul sagrato e viene accompagnato in oratorio. Sorpresa. La sala è piena, le bandiere atalantine tappezzano la sala. Don Giuseppe viene così salutato dal gruppo storico degli atalantini del paese sotto lo striscione che espongono anche allo stadio: “Tavernola c’è”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 19 NOVEMBRE

pubblicità