TAVERNOLA Caserma Carabinieri: trovata la soluzione CEMENTIFICIO L’ASTA ARRIVA AI 134 MILIONI

 

Stanno finalmente imboccando la strada giusta i tentativi messi in atto dal Comune per mantenere in paese la Caserma dei Carabinieri. L’assessore Sandro Pasquale Fenaroli sta infatti portando a termine in questi giorni l’iter della lunga pratica che permetterà di conservare nella stessa sede di via Sarnico la storica “stazione” tavernolese della “Benemerita”. Il distaccamento locale dei Carabinieri è infatti stanziato qui da più di cento anni: fino ai sessanta del secolo scorso nella storica sede di Via Pero, in seguito nell’attuale palazzina di via Sarnico di proprietà della famiglia Belotti di Vigolo.

. Sembra un gioco ma per chi aspetta di sapere cosa gli riserva il futuro (i dipendenti del Cementificio di Tavernola) è questione vitale. Fatto sta che davamo notizia sull’ultimo numero del rilancio di BUZZI sul rilancio di CEMENTIR. Sembra la stessa notizia ma adesso CEMENTIR ha rilanciato un’altra volta. Eravamo partiti a ottobre con l’offerta Buzzi per il comparto Sacci per 74 milioni di euro. Era un’offerta stracciata, infatti era solo per 5 stabilimenti di Sacci. Poi era arrivato il rilancio di Cementir, poi il rilancio di Buzzi e adesso l’ennesimo rilancio di Cementir che ha offerto 134 milioni di euro e solo per alcuni rami d’azienda….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 12 FEBBRAIO