TAVERNOLA AL FESTIVAL DEI PASTICCERI – La sfongada sfonda a Gonzaga

Alla terza edizione del “Festival della Pasticceria Tradizionale Mantovana”, che si è svolta nella città dei Gonzaga il 21 e 22 settembre, il panificio-pasticceria di Cornelio Zatti ha avuto l’onore di rappresentare la provincia di Bergamo con due storiche produzioni dell’esercizio di famiglia: l’ultrasecolare “sfongàda” e la “crostata di amarene”, vanto di questo storico panificio fin dagli anni cinquanta del Novecento.

Delle sfongade, tipiche per la speciale morbidezza risultante da due lievitazioni e per la presenza di farina di granoturco nella parte inferiore, esiste una pubblicità sulla “Guida del lago d’Iseo” di fine Ottocento del prof. Bernardo Sina. La torta di amarene è invece nata dalla creatività di Catina Sorosina, moglie del fornaio Sandro Zatti che, disponendo di un notevole quantitativo di amarene, per non sprecarle pensò di inserirle nella pasta per crostate dopo una veloce bollitura. Tocco da buongustaia: una lieve spolveratina di polvere di amaretti (facoltativa) per “asciugare” l’eccesso di umidità delle amarene.

La torta piace. Piace al punto di aver ricevuto numerosi premi dalla Camera di Commercio, dall’Associazione pasticceri e nei vari concorsi a cui ha partecipato il panificio, tuttora gestito dalla figlia di Cornelio, Francesca, e da suo marito….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 27 SETTEMBRE