SOVERE/PIANICO – Da Siena all’Evan, il viaggio centenario di Santi Braconi. Toscano, negli anni ’60 si è trasferito nell’Alto Sebino, diventando portiere della storica azienda pianichese

Toscana, 4 marzo 1921. A Lucignano della Val di Chiana, in provincia di Arezzo, nasce il piccolo Santi Braconi in una famiglia povera e contadina. Il mondo si lecca ancora le ferite inferte dalla Grande Guerra e dalla terribile pandemia di Spagnola.

Lombardia, 4 marzo 2021. Esattamente un secolo dopo, in Via San Rocco (il Comune è Sovere ma, in questa ‘terra di confine’, la Parrocchia è quella di Pianico) il vecchio Santi è circondato dai suoi cari che festeggiano il suo centesimo compleanno. E anche stavolta c’è di mezzo una pandemia, quella di Covid-19.

Andiamo a trovare questo toscano trapiantato in terra bergamasca nella casa della sua unica figlia, Marzia, e del genero Mario Fattorini… SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 19 MARZO