SOVERE – Le scuole di Sovere settime su 5000 scuole italiane, si aggiudicano 20.000 euro

In bergamasca 360 mila euro per 18 Istituti premiati dal MIUR. Lo “Spada” di Sovere è arrivato settimo su 5000 scuole italiane. Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca ha pubblicato la graduatoria dei progetti finanziati “per la creazione di ambienti di apprendimento capaci di integrare nella didattica l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia”. A Bergamo e provincia  hanno ottenuto il finanziamento 18 Istituti: Istituto comprensivo “Spada” di Sovere, Liceo Artistico “Manzù” di Bergamo, IC De Amicis di Bergamo, ITGS Quarenghi di Bergamo, IC di Gorle, Liceo “Amaldi” di Alzano, IC “Santa Lucia-Diaz” di Bergamo, IC “Alberico da Rosciate” di Bergamo, IC “Carducci” di Dalmine, ITIS “Galli” di Bergamo, IC Terno d’Isola, IC Bagnatica, Liceo “Lussana” di Bergamo, IC Ponte San Pietro, IC San Paolo d’Argon, IC Sorisole, IC Villa d’Almé, ITCTS “Vittorio Emanuele” di Bergamo. Si tratta di contributi di circa 20.000 euro per ogni scuola, per un totale di 360.000 euro. In particolare va sottolineato il risultato della scuola di Sovere che si è classificata al settimo posto su oltre 5.000 domande presentate.

All’avviso per la presentazione delle candidature dello scorso mese di dicembre hanno risposto oltre 5.000 istituzioni scolastiche, 1.115 le proposte finanziate, di cui 663 nel primo ciclo di istruzione e 452 nel secondo. 

Sul progetto scolastico interviene il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti: “In tempi rapidissimi, a meno di un mese dalla chiusura dell’avviso diamo avvio alla realizzazione di nuovi ambienti di apprendimento in oltre mille scuole italiane, che prevedono dotazioni tecnologiche innovative per l’utilizzo della realtà virtuale e aumentata nella didattica, della robotica educativa, del pensiero computazionale, della stampa 3D. Con questa misura – continua il ministro – diamo un forte impulso per diffondere nella scuola un nuovo modo di concepire l’aula, attrezzandola con arredi e dispositivi che favoriscano metodologie didattiche innovative”.

È il risultato del lavoro sul nostro territorio – spiegano i parlamentari leghisti Roberto Calderoli, Daniele Belotti, Toni Iwobi, Simona Pergreffi, Alberto Ribolla, Cristian Invernizzi e Rebecca Frassini  – perchè sentiamo forte la responsabilità per la fiducia che ci hanno dato i bergamaschi con il loro voto a cui cerchiamo di rispondere con impegno e con un lavoro costante e continuo di monitoraggio dei progetti e di pressing sul Governo”. Scuola di Sovere che anche questa volta si conferma fra le prime d’Italia.

Sul prossimo numero in edicola dal 25 gennaio l’intervista al dirigente scolastico Salvatore Lentini.