SOVERE – INTERVENTO – La replica del sindaco ai genitori: “Il Borgo 
del Filatoio è chiuso perché è un’area privata. 
Gli altri parchi sono aperti e i minorenni…”

Innanzitutto, grazie al direttore ed alla redazione di per avermi riservato questo spazio. Può apparire anacronistico stante i preoccupanti sviluppi della pandemia anche nei nostri territori rispondere alla lettera firmata pubblicata sul precedente numero di Araberara ma credo sia doveroso da parte mia replicare ad affermazioni che non hanno nessun riscontro reale sul tema dei parchi “chiusi o semi chiusi” a Sovere. Affermazioni del tutto non veritiere rispetto alla realtà del nostro paese. Mi riferisco ovviamente ai parchi pubblici tra i quali, continuo a ribadirlo, non rientra ancora quello del Filatoio in quanto, per motivi assolutamente non imputabili all’amministrazione comunale, il Borgo del Filatoio – e conseguentemente l’area verde – è ancora un’area privata. Sovere è un paese che ha un rapporto parchi pubblici-popolazione molto elevato ed è in assoluto il più coperto nell’Alto Sebino. Sul nostro territorio ci sono SEI PARCHI PUBBLICI ma, evidentemente, i firmatari della lettera pubblicata o non sono cittadini soveresi oppure ignorano colpevolmente questa situazione. Mi permetto perciò di entrare nel dettaglio ricordando che sto fotografando una situazione ante zona arancione scuro ed ora rossa.

Parco Silvestri: aperto tutti i giorni dalle ore 13,30 alle ore 19,30. Resta chiuso in orario scolastico per garantire le attività della scuola secondaria in piena sicurezza evitando che all’interno dello stesso possano circolare altre persone. Credo sia stata una scelta coerente ed assunta in piena condivisione con dirigente e personale scolastico ed a maggior tutela di tutti gli studenti…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 19 MARZO