SOVERE – Il ricordo di Luigi Vitali

200

Eri quello che sorride in fondo

A ogni giornata

Perché ogni giornata era un viaggio

Dove donare, dove lasciare qualcosa,

sotto le foglie mai spente del sogno.

Sei ancora qui,

nella freschezza di una passeggiata

nell’aria buona dei grandi libri

o nella debolezza di un silenzio.

Resti l’incanto di ogni alba,

la bellezza di ogni giorno

un orto che rinasce ad ogni primavera

e dona frutti, e dona vita.

Quella vita che ora è per sempre.

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 26 AGOSTO

pubblicità